FORME ANTICHE - QUYEN

Le forme sono combattimenti contro uno o più avversari, secondo precise successioni di colpi che rispettano una geometria prestabilita dai Maestri Fondatori.

Gli antichi Maestri osservarono e studiarono i movimenti degli animali ed interpretarono il loro modo di esprimersi e di combattere, adottandolo all’anatomia e alla dinamica umana (raramente di facile e immediata interpretazione, le forme racchiudono tutte quelle tecniche che costituiscono l’essenza di un particolare stile).

I maestri celavano intenzionalmente determinati movimenti per diminuire il rischio che le forme potessero essere capite da appartenenti ad altri stili.

Le forme sviluppano lo studio dell’arte marziale secondo tre punti chiave:

CORPO: si intende la sicurezza e la precisione dei movimenti che si acquisiscono con la ripetizione delle sequenze che costituiscono, tra l’altro, una straordinaria ginnastica di potenziamento dei nostri arti. Le posizioni basse tenute durante l’esecuzione di una forma favoriscono il potenziamento degli arti inferiori, mentre le particolari contrazioni e scatti degli arti superiori contribuiscono ad irrobustire e rendere veloci i muscoli delle braccia e del busto; la contrazione e lo scatto, abbinati ad una corretta respirazione addominale a fasi alterne di contrazione e rilassamento, favoriscono la coordinazione dei movimenti e lo sviluppo di fasce muscolari bianche (muscoli utilizzati per la cosiddetta forza esplosiva).

MENTE: si intende la concentrazione, la determinazione mentale con cui viene portata ogni tecnica studiata singolarmente e nel contesto della successione di colpi all’interno della forma. La coordinazione corpo-mente è basilare e la via per poterla raggiungere passa attraverso il movimento corretto abbinato ad una giusta respirazione addominale, argomento importantissimo che necessiterebbe di una trattazione specifica. Ci basti pensare che la respirazione portata ad alti livelli diventa vibrazione ed essa sviluppa un’energia interna enorme.

SPIRITO: si intende ciò che fonde gli altri due punti chiave in un unico momento di complementarietà assoluta, entrando con loro in sinergia e moltiplicando tutte le potenzialità che altrimenti rimarrebbero limitate ad uno solo di questi aspetti.

La pratica di questi tre aspetti congiunti nella forma, aumenta la preparazione atletica e la determinazione mentale, aiuta inoltre a scaricare lo stress e raggiungere quindi la tranquillità interiore.